Con UFO i droni di algoritmo diventano pittori

  • Droni-pittori-per-UFO-Urban-Flying-Opera

Con UFO i droni di algoritmo diventano pittori

È partito UFO – Urban Flying Opera, il progetto che trasformerà i nostri droni in… pittori!

L’iniziativa, che abbiamo descritto nell’articolo di presentazione, vuole sperimentare un utilizzo delle tecnologie UAV per dipingere una grande superficie in contesto urbano, realizzando un’opera originata attraverso una web app da centinaia di utenti.

Una simile applicazione dei droni non ha precedenti nel panorama internazionale ed è un’occasione fondamentale per ribaltare il luogo comune che associa i velivoli senza pilota per lo più agli usi militari.

In questo caso, non solo i droni saranno impiegati in ambito civile, ma diventeranno strumento per un fine artistico e sociale, punto d’arrivo di un processo che incentiva la creatività, la partecipazione e l’aggregazione.

Il commento del nostro CEO

Omar Morando, fondatore e CEO di algoritmo, dice a proposito di UFO:

“Nella nostra visione, la tecnologia non è mai il fine, ma sempre e solo un mezzo per consentire alle persone di vivere meglio; con UFO abbiamo l’opportunità di lavorare per un obiettivo artistico, culturale e sociale, mettendo i nostri UAV al servizio della città e delle persone che la abitano.

Un impiego dei droni di questo tipo è assolutamente nuovo e ci permette di essere i primi a esplorare potenzialità del settore mai sperimentate fino ad oggi.

Il progetto per noi è entusiasmante anche perché nasce dalla sinergia tra attori diversi e ha una natura partecipativa, coinvolgendo un pubblico molto ampio e trasversale.

I nostri droni si faranno interpreti dei contributi lasciati tramite la web app da utenti di ogni età e di ogni Paese; i velivoli, quindi, diventeranno il tramite per sintetizzare e dare concretezza alle idee di tutte queste persone.

Ci piace pensare che in futuro, sempre più spesso, la tecnologia possa essere concepita come uno strumento per trovare il punto d’incontro tra bisogni ed esigenze sociali diverse”.

Partner

UFO nasce dall’unione di istituzioni, imprese e centri di ricerca con missioni, capacità e competenze complementari.

Il progetto è promosso da Compagnia di San Paolo, ideato e curato dallo studio Carlo Ratti Associati, coordinato e realizzato dall’Istituto Superiore Mario Boella, in collaborazione con noi di algoritmo.

Partecipano inoltre il Politecnico di Torino con C.Lab Torino e Spazio MRF Mirafiori.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio della Città di Torino.

2018-04-21T07:31:20+00:00 Progetti, UFO|